il Notiziario

09/01/2019 - Prot. 87837 - -

Le regole di origine preferenziale e non preferenziale


Seminario. 17 gennaio 2019, Confindustria Piacenza

In un mondo globalizzato, dove le catene del valore e le filiere attraversano più confini, è sempre più difficile attribuire la “nazionalità” ad un prodotto. Sono rarissimi, infatti, i casi di prodotti interamente ottenuti, a partire dalle materie prime fino all’ultima lavorazione, in un unico Paese.

Come si attribuisce dunque l’origine alle proprie merci? In primo luogo, bisogna chiarire che con origine della merce ci si può riferire a due concetti distinti. Da una parte, abbiamo l’origine preferenziale, che si utilizza  in presenza di accordi commerciali bilaterali che prevedono un trattamento daziario reciproco e di favore per merci originarie dei Paesi firmatari. Le regole per assegnare a una merce l’origine preferenziale sono stabilite direttamente nell’Accordo commerciale. Una corretta attribuzione dell’origine preferenziale può determinare importanti benefici daziari, e può supportare strategicamente le decisioni commerciali delle imprese, in import ed in export.

L’origine non preferenziale, invece, è un concetto di origine “doganale” – il cd. “Made In”- che assume valore commerciale e diventa rilevante in presenza di blocchi, sanzioni, embarghi.

Per aiutare le aziende ad orientarsi su questi temi, proponiamo il seminario:

“Le regole di origine preferenziale e non preferenziale”
giovedì 17 gennaio 2019, dalle ore 09:30 alle ore 12:30 presso la nostra sede
(via IV Novembre 132, Piacenza)

Introduce

Maria Angela Spezia - Consigliere delegato all'internazionalizzazione di Confindustria Piacenza

Programma

  1. L’origine preferenziale delle merci
    • come si determina e a cosa serve
    • i vantaggi della corretta attribuzione dell’origine preferenziale
    • come attestare l’origine preferenziale: Eur-1,  Form A, ATR, il sistema REX
  2. L’origine non preferenziale delle merci
    • come si determina e a cosa serve. Differenze con l’origine preferenziale
    • come attestare l’origine non preferenziale: l’indicazione di “Made In” , il certificato di origine, le indicazioni in fattura
  3. Qualche indicazione pratica nelle relazioni con i propri partner commerciali
  4. Domande e risposte

Relatore

Simone Del Nevo -  Doganalista Studio Del Nevo

 

La partecipazione è libera per le imprese associate, previa iscrizione entro il prossimo 15 gennaio online o presso i nostri uffici, che rimangono a disposizione per qualsiasi informazione (Giulia Silva, silva@confindustria.pc.it, Luca Groppi, groppi@confindustria.pc.it, 0523/450411).

Il Seminario si inserisce all’interno del ciclo di seminari tecnici “Strumenti per l’internazionalizzazione”- clicca qui per vedere gli altri appuntamenti.

 

 




Per ricevere maggiori informazioni:

Giulia Silva assiste le aziende nel loro percorso di internazionalizzazione: dalla creazione di una strategia di approccio ai nuovi mercati alla consulenza tecnica su certificazioni export, dichiarazioni di origine, contrattualistica, e , in generale, tutto quello che può riguardare l’attività internazionale.

Fornisce informazioni e assistenza sui bandi di finanziamento pubblici e sulle agevolazioni fiscali alle imprese, nonché consulenza in materia di imposte dirette, indirette e tributi locali.

Si occupa inoltre di ambiente, particolarmente di legislazione sui rifiuti, di autorizzazioni ambientali e della gestione dei relativi adempienti in azienda.

Infine, segue le attività del Centro Studi.

Gli appuntamenti del mese
GIUGNO 2019
L M M G V S D
     12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
Vai alla settimana corrente
Tutti i corsi Tutti gli eventi